AfricaZimbawe • Ciaoviaggi

Paese ricco di bellezze naturali, storia e cultura. Il simbolo del Paese, l’uccello di Zimbabwe, si rifà ad una scultura ritrovata proprio in questo sito, dichiarato poi Patrimonio Unesco nel 1986.
Perché visitare lo Zimbawe

Paese ricco di bellezze naturali, storia e cultura, lo Zimbabwe condivide con il vicino lo Zambia le imponenti Mosi-oa-Tunya, il fumo che tuona, meglio conosciute come Victoria Falls (Cascate Vittoria) così chiamate in onore della regina, scoperte nell’Ottocento da David Livingstone e il fiume Zambesi. Tra i numerosi parchi e riserve naturali, vero paradiso per gli amanti del trekking e delle escursioni, spiccano il Victoria Falls National Park, lo Chimanimani National Park e il Matopos National Park, dove con un po’ di fortuna si possono ammirare specie come il cefalofo blu e il kudu. Lo Zimbabwe deve il nome ad un’antica città, conosciuta come Great Zimbabwe, già abbandonata quando i primi esploratori portoghesi giunsero nella zona, si ritiene che fosse il centro del vasto impero Shona. Il simbolo del Paese, l’uccello di Zimbabwe, si rifà ad una scultura ritrovata proprio in questo sito, dichiarato poi Patrimonio Unesco nel 1986.

Informazioni utili

Clima: tipicamente tropicale, alterna una stagione secca da aprile a ottobre (inverno australe), l’altra piovosa tra novembre e marzo (estate australe) con forti differenze climatiche tra l’altopiano (high veld) e il bassopiano (low veld).


Quando andare: lo Zimbabwe si trova nell’emisfero australe, dunque le stagioni sono opposte rispetto all’Italia. Può essere visitato tutto l’anno ma i periodi migliori sono da novembre fino ad aprile per apprezzarne i paesaggi e da maggio ad ottobre, nella stagione secca, per osservare gli animali
.

Cosa mettere in valigia: meglio scegliere un abbigliamento sportivo comodo, cappello leggero, occhiali da sole e creme solari, scarpe da escursionismo e una leggera giacca a vento; da non dimenticare un repellente contro le zanzare; adattatore universale per la corrente elettrica
.

Passaporto: necessario e con almeno 6 mesi di validità residua dall’ingresso

Visto d’ingresso: necessario, viene rilasciato, in frontiera, all’arrivo nel Paese ed ha una validità massima di 30 giorni
.

Vaccinazioni: nessuna obbligatoria, previo parere medico è consigliata l’antimalarica e la vaccinazione contro il tifo contro l’epatite A e B
Distanza dall’Italia: raggiungibile dall’Italia in aereo. La durata del volo è di circa 17 ore con due scali, ma a volte si possono superare le 23 ore

Fuso orario: +1h rispetto all’Italia, nessuna differenza quando è in vigore l’ora legale
.

Capitale:
Harare
Moneta:
Dollaro zimbabwano (ZWD)
Condividi su social network

Lascia un commento

L’indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

La nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e riceverai offerte esclusive direttamente nella tua casella di posta.

    Realizzato da Chiara Roggero | KORAlab

Visitaci sui nostri Social Network