AsiaTurchia • Ciaoviaggi

Il profilo delle moschee e degli antichi palazzi, il profumo delle spezie, l’aroma del caffè turco, i colori vivaci dei bazar, delle candele e delle pashmine: un viaggio in Turchia è un’esperienza unica.
turchia1
turchia3
Perché visitare la Turchia

Il profilo delle moschee e degli antichi palazzi, il profumo delle spezie, l’aroma del caffè turco, i colori vivaci dei bazar, delle candele e delle pashmine: un viaggio in Turchia è un’esperienza unica. I luoghi più suggestivi della Turchia spaziano dalla capitale Istanbul con la Moschea Blu e la Basilica di Santa Sofia, passando per le magiche atmosfere della Cappadocia e dei suoi «camini delle fate». Quindi Pamukkale, famosa per le sorgenti termali che si riversano in bianche gradinate di stalattite calcarea, l’antica Hierapolis fino a sito archeologico di Efeso.

Informazioni utili

Clima: Le zone costiere hanno un clima generalmente mite, ma quelle del Mar Nero sono più fredde di quelle del Mar Mediterraneo. Le zone interne hanno un clima continentale, con inverno freddo e nevoso ed estate calda e secca. L’estate è secca e soleggiata in tutto il Paese, tranne sulle coste del nord-est.

Quando andare: Il periodo migliore per un viaggio in Turchia è durante la primavera o l’autunno, quando le temperature che oscillano tra i 14 e i 22° sono più accettabili di quelle afose della piena estate e le precipitazioni sono più rare rispetto ai mesi invernali.

Cosa mettere in valigia: Abbigliamento pratico “stile a cipolla”, pullover e giacca per la sera. Scarpe comode, occhiali da sole, cappello, medicinali di uso generico. Anche se la Turchia è aperto allo stile di vita occidentale, resta un paese arabo e l’Islam ha un forte impatto sugli usi e costumi locali. Vige dunque la necessità, soprattutto per le donne, di adottare un abbigliamento sobrio evitando abiti troppo corti o scollati, preferendo gonne sotto il ginocchio. Si ricorda che nelle Mosche si accede scalzi, alle donne si consiglia di indossare pantaloni e maniche lunghe e di munirsi di un foulard per coprire i capelli.

Passaporto: E’ consentito l’ingresso anche con la sola carta di identità valida per l’espatrio, cartacea o elettronica, in condizioni di perfetta integrità e con una validità residua di almeno 5 mesi, per coloro che:
– entrano in Turchia attraverso tutte le frontiere, per via aerea e marittima;
– entrano in Turchia, dal confine greco e bulgaro, per via ferroviaria e per via terra.
E’ invece assolutamente necessario il passaporto, in condizioni di perfetta integrità e con una validità residua di almeno 5 mesi, per coloro che entrano nel Paese, per via terra e ferroviaria, dai confini del sud-est ed est della Turchia, ovvero dalle frontiere con la Georgia, l’Azerbaigian – exclave del Nakhicevan, l’Iran, l’Iraq e la Siria, (la frontiera con l’Armenia risulta, al momento, chiusa).
In ogni caso, il passaporto deve avere almeno una pagina libera, per l’apposizione dei timbri di entrata ed uscita.
Ai titolari di documenti che non presentino le sopra citate caratteristiche non sarà consentito l’ingresso nel Paese.

Vaccinazioni: nessuna obbligatoria

Distanza dall’Italia: la Turchia è raggiungibile in aereo dall’Italia. La durata del volo è di circa 4 ore, a seconda dello scalo

Fuso orario: + 1 rispetto all’Italia durante il periodo estivo e + 2 durante il periodo invernale

 Le principali carte di credito sono accettate quasi ovunque. Al momento del cambio verrà rilasciata una ricevuta che deve essere conservata ed esibita se si dovesse riconvertire la valuta turca non utilizzata.

Capitale:
Istanbul
Moneta:
Lira turca (TL; 1 euro equivale a circa 6,7 lire turche)
Condividi su social network

Lascia un commento

L’indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

La nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e riceverai offerte esclusive direttamente nella tua casella di posta.

    Realizzato da Chiara Roggero | KORAlab

Visitaci sui nostri Social Network