AsiaOman • Ciaoviaggi

Il Sultanato dell’Oman occupa l’angolo orientale della penisola arabica e racchiude un’incredibile varietà di paesaggi: coste irregolari, spiagge tranquille e montagne scoscese, oasi e deserti attraversati dai wadi e rotte carovaniere.
Perché visitare l’Oman

Il Sultanato dell’Oman occupa l’angolo orientale della penisola arabica e racchiude un’incredibile varietà di paesaggi: coste irregolari, spiagge tranquille e montagne scoscese, oasi e deserti attraversati dai wadi e rotte carovaniere. Controllato da uno dei governi più rigorosamente ambientalisti del mondo, l’Oman è un paese sospeso fra modernità e tradizione, scrigno di tesori da scoprire. Patria e rifugio di navigatori e pirati, sotto il dominio dei portoghesi all’inizio del XVI secolo, divenne il sultanato più potente dello Stato d’Arabia nella prima metà dell’Ottocento fino all’indipendenza del XX secolo. Lungo il Golfo, nella fascia settentrionale, si snoda la costa di Batinah, separata dal resto del paese dalla catena dell’Hajar, nella zona centro-occidentale troviamo due grandi bassipiani di fronte all’isola Massirah e a sud del deserto di Wahiba Sands. Da non perdere la sua capitale, Muscat e le sue tre rocche: Mutrah Fort, Jalali e Mirani, il forte di Nizwa, di Bahla e di Jabrin, le rovine di Al-Balid, dov’era situata l’antica città di Zafar e gli innumerevoli suq ricchi di spezie come il cardamomo, lo zafferano e la curcuma. Un paese cartolina, magico e affascinante, in grado di regalare scorci unici ai suoi visitatori.

Informazioni utili

Clima: tendenzialmente variabile a secondo delle zone. Caldo ed umido da metà aprile a fine settembre; caldo da ottobre a marzo; temperato a dicembre, gennaio e febbraio

Quando andare: il periodo migliore per visitare l’Oman va da dicembre e febbraio

Cosa mettere in valigia: abiti leggeri e di cotone, da ricordare che si tratta di un paese musulmano meglio evitare gonne, pantaloncini e vestiti in generale scollati e corti; un repellente contro le zanzare; adattatore universale per la corrente elettrica

Passaporto: necessario, con validità residua di almeno sei mesi al momento dell’arrivo nel Paese

Visto d’ingresso: i titolari di passaporto italiano possono prender il visto d’ingresso in Oman alla frontiera pagando il relativo importo differenziato secondo la durata del soggiorno

Vaccinazioni: nessuna obbligatoria

Distanza dall’Italia: l’Oman è raggiungibile dall’Italia in aereo. La durata del volo è di 12 ore circa

Fuso orario: +2h quando in Italia vige l’ora legale, +3h quando in Italia vige l’ora solare 

Capitale:
Muscat
Moneta:
Rial omanita (OMR)
Condividi su social network

Lascia un commento

L’indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

La nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e riceverai offerte esclusive direttamente nella tua casella di posta.

    Realizzato da Chiara Roggero | KORAlab

Visitaci sui nostri Social Network