AfricaEtiopia • Ciaoviaggi

Qui, nella Valle dell’Omo, tra montagne e foreste, savane e laghi, troviamo lungo la Rift Valley una trentina di popoli che hanno mantenuto intatti costumi, usi e tradizioni ancestrali. Corpi adorni di pietre e coralli, dipinti e agghindati di orecchini, bracciali, gonnellini, pellami, acconciature spalmate di burro e cosparse di ocra, tatuaggi, anelli e piattelli labiali: un museo etnografico vivente.
Perché visitare l’Etiopia

Nell’Africa orientale, l’Etiopia vanta un’identità plurimillenaria tanto da essere considerata il più antico stato africano.

Qui, nella Valle dell’Omo, tra montagne e foreste, savane e laghi, troviamo lungo la Rift Valley una trentina di popoli che hanno mantenuto intatti costumi, usi e tradizioni ancestrali. Corpi adorni di pietre e coralli, dipinti e agghindati di orecchini, bracciali, gonnellini, pellami, acconciature spalmate di burro e cosparse di ocra, tatuaggi, anelli e piattelli labiali: un museo etnografico vivente. A 600km di distanza dalla caotica capitale Addis Abeba, troviamo due degli otto parchi nati per proteggere il delicato ecosistema dove ammirare animali e paesaggi spettacolari. Da ricordare il Lago Tana, le sue isole, i suoi monasteri secolari, i Monti Simien, i castelli di Gondar e Aksum, la città sacra di tutta l’Etiopia. Un viaggio intenso fino alle radici della storia dell’uomo.

Informazioni utili

Clima: paese tropicale il clima varia sensibilmente in funzione dell’altitudine. Le aree della Dancalia nel Nord-Est e la regione somala nel Sud-Est sono semidesertiche e torride; gli altipiani abissini hanno un clima più temperato. Le stagioni delle piccole piogge si concentrano tra marzo e aprile, mentre quella delle grandi piogge da giugno a settembre.

Quando andare: il periodo migliore per visitare l’Etiopia è intorno a ottobre, subito dopo il mese delle piogge
Cosa mettere in valigia: abbigliamento sportivo comodo, cappello leggero, occhiali da sole, creme solari e scarpe da trekking; data la forte escursione termica è preferibile munirsi di qualche capo pesante e di una giacca; da non dimenticare un repellente contro le zanzare e gli insetti; adattatore universale per la corrente elettrica
Passaporto: necessario e con almeno 6 mesi di validità residua dall’ingresso.

Visto d’ingresso: necessario, da richiedersi presso l’Ambasciata di Etiopia a Roma. Il visto turistico può essere ottenuto anche all’arrivo all’aeroporto di Addis Abeba
Vaccinazioni: nessuna obbligatoria, previo parere medico si consigliano quelle contro tifo, epatite A e B, poliomielite, difterite, tetano, meningite e rabbia. E’ suggerita la profilassi anti-malarica qualora ci si rechi in zone fuori della capitale e al di sotto dei 2000 metri
Distanza dall’Italia: l’Etiopia è raggiungibile in aereo dall’Italia con un volo di circa 12 ore
Fuso orario: + 2 ore rispetto all’Italia; + 1 ora quando vige l’ora legale
Capitale: Addis Abeba
Moneta: Birr (ETB)

Condividi su social network

Lascia un commento

L’indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

La nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e riceverai offerte esclusive direttamente nella tua casella di posta.

    Realizzato da Chiara Roggero | KORAlab

Visitaci sui nostri Social Network