America del SudArgentina • Ciaoviaggi

Tre le Ande e l’oceano Atlantico, l’Argentina è la terra del tango, dei gauchos, di Maradona e non solo. Un Paese vasto che abbraccia una sorprendente varietà di paesaggi.
Perché visitare l’Argentina

Tre le Ande e l’oceano Atlantico, l’Argentina è la terra del tango, dei gauchos, di Maradona e non solo. Più del 90% della sua popolazione è di origine europea e all’Italia è particolarmente legata per tante storie di immigrazione. Un Paese vasto che abbraccia una sorprendente varietà di paesaggi, si passa infatti dalle regione desertiche e aride del nord alla fertile pianura della Pampa delimitata dal Río Paraná ad est e dal Río Colorado a sud, fino alle imponenti cascate dell’Iguazú al confine con il Brasile, patrimonio UNESCO. A queste si aggiungono i picchi della catena delle Ande, disseminati di vigneti, e i ghiacciai della Patagonia, luogo ostile ai confini del mondo che, con la sua capitale Ushuaia, richiama migliaia di turisti per navigare lo stretto di Magellano, unico passaggio prima del Canale di Panamá, e ammirare pinguini, elefanti marini, balene e otarie.
Tappe obbligate per gli appassionati dei vini argentini la città di Mendoza, da non perdere infine la cosmopolita Buenos Aires, più europea che latino-americana, è il vero cuore del tango, divisa tra i barrios (il più famoso è La Boca e La Recoleta), esprime tutta la vivacità e lo spirito di questo Paese.

Informazioni utili

Clima: di tipo subtropicale nel nord-est e freddo nella Terra del Fuoco. Le variazioni da una regione all’altra sono marcate, a Buenos Aires, sulla costa, le temperature raggiungono i 30/35 °C a gennaio mentre sfiorano i 51 °C a luglio; nella Pampa in inverno le temperature medie sono di 11 °C e 24 °C in estate; nella Patagonia e nella Terra del Fuoco in estate si raggiungono gli 11 °C e sotto lo 0°C in inverno.

Quando andare: il periodo migliore per visitare l’Argentina va da dicembre a marzo ideale per la parte australe, decisamente caldo per il nord.

Cosa mettere in valigia: se si sceglie la stagione estiva, da dicembre febbraio, nel nord e per le cascate dell’Iguazù meglio optare per vestiti leggerissimi e un k-way; per il centro nord e Buenos Aires, vestiti estivi, una felpa per la sera; per la Patagonia di mezza stagione e caldi per la Terra del Fuoco; scarpe da trekking per le escursioni; repellente contro le zanzare; adattatore universale per la corrente elettrica.

Passaporto: necessario e in corso di validità.

Visto d’ingresso: non necessario per soggiorni turistici inferiori a tre mesi.

Vaccinazioni: nessuna obbligatoria. Si consiglia, previo parere medico, quelle contro la febbre gialla a coloro che intendano visitare la zona delle cascate di “Iguazu”.

Distanza dall’Italia: l’Argentina è raggiungibile in aereo dall’Italia. La durata del volo è di circa 14 ore.

Fuso orario: -4h rispetto all’Italia; -5h quando in Italia vige l’ora legale

Capitale:
Buenos Aires
Moneta:
Peso (ARS)
Condividi su social network

Lascia un commento

L’indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

La nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e riceverai offerte esclusive direttamente nella tua casella di posta.

    Realizzato da Chiara Roggero | KORAlab

Visitaci sui nostri Social Network