America del CentroMessico • Ciaoviaggi

Antiche vestigia precolombiane, architetture coloniali dal sapore spagnolo, canyon, foreste e spiagge meravigliose che si affacciano sul Mar dei Caraibi lo rendono di fatto una meta ambita dai turisti di tutto il mondo.
Perché visitare il Messico

Paese con millenni di storia alle spalle, da sempre il Messico suscita un fascino irresistibile e un’aura di mistero intorno al popolo Maya. Antiche vestigia precolombiane, architetture coloniali dal sapore spagnolo, canyon, foreste e spiagge meravigliose che si affacciano sul Mar dei Caraibi lo rendono di fatto una meta ambita dai turisti di tutto il mondo. Di vaste dimensioni e densamente popolato presenta una gran varietà di culture e paesaggi alcuni dei quali meritano una visita dedicata come Lo Yucatan con i resort di Cancún e Playa del Carmen sulla Riviera Maya, i siti maya immersi nella foresta tropicale e la Baja California.
Tra le tappe da non perdere Città del Messico, costruita a 2300 metri d’altezza e vero cuore del Paese, la caraibica Tulum, il centro archeologico di Teotihuacan, l’antica Tenochtitlan degli Aztechi, la pre-colombiana Mitla, le cascate di Agua AzulPalenque, la famosissima Acapulco, Veracruz e Tampico sulla costa del golfo.. infine per gli appassionati di trekking e di escursioni non mancano di certo le vette da scalare dai 5000 metri del Popocatepetl al picco di Orizaba.

Informazioni utili

Clima: di tipo sub-tropicale e presenta una gran varietà di climi: desertico negli stati del nord (Bassa California del Sud, Sonora, Durango, ecc.); temperato nelle aree di Città del Messico, Puebla, Toluca, San Luis Potosi, Aguascalientes; tropicale lungo le coste e al sud di Città del Messico con fenomeni ciclonici (uragani) da giugno ad ottobre.

Quando andare: il periodo migliore per visitare le regioni settentrionali del Messico è ottobre e in generale le stagioni intermedie, lo stesso vale per le tierras frias; per le tierras calientes meglio da dicembre a febbraio, per evitare il caldo; per la costa meridionale da novembre ad aprile, mentre per le coste del Golfo del Messico e dello Yucatan il periodo migliore è la primavera, da marzo a maggio.

Cosa mettere in valigia: a seconda della stagione, in inverno per le zone montuose e desertiche vestiti caldi, giacca, berretto e guanti, per Yucatán e Riviera Maya è sufficiente una felpa per la sera; in estate vestiti leggeri, occhiali da sole, crema solare e scarpe in gomma per la barriera corallina; repellente contro le zanzare; adattatore universale per la corrente elettrica.

Passaporto: necessario, con validità residua di almeno sei mesi al momento dell’ingresso nel Paese.

Visto d’ingresso: non necessario, per turismo fino a 90 giorni di permanenza nel Paese.

Vaccinazioni: nessuna obbligatoria.

Distanza dall’Italia: il Messico è raggiungibile in aereo dall’Italia. La durata del volo è di circa 14 ore.

Fuso orario: -7h rispetto all’Italia.

Capitale:
Città del Messico
Moneta:
Peso messicano (MXN)
Condividi su social network

Lascia un commento

L’indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

La nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e riceverai offerte esclusive direttamente nella tua casella di posta.

    Realizzato da Chiara Roggero | KORAlab

Visitaci sui nostri Social Network