America del CentroRepubblica Dominicana • Ciaoviaggi

Vero cuore pulsante dei Caraibi spagnoli è un mix di azzurro, quello cristallino del mare e verde, quello della vegetazione esotica che cresce rigogliosa sui pendii e le catene montuose. 
Tra le mete più gettonate del turismo spicca senz’altro Punta Cana con i suoi Resort a 5*, spiagge paradisiache e parchi nazionali.
Perché visitare la Repubblica Dominicana

Sull’isola Hispaniola, la seconda caraibica più grande delle Antille dopo Cuba, la Repubblica Dominicana è un inno alla vita e alla patria, come ben si può dedurre guardando le parole ricamate sulla sua bandiera: “Dios, Patria, Libertad”. Vero cuore pulsante dei Caraibi spagnoli è un mix di azzurro, quello cristallino del mare e verde, quello della vegetazione esotica che cresce rigogliosa sui pendii e le catene montuose.
 Tra le mete più gettonate del turismo spicca senz’altro Punta Cana con i suoi Resort a 5*, spiagge paradisiache e parchi nazionali. Per gli amanti delle escursioni non mancano valli, laghi, fiumi, foreste tropicali e di mangrovie, cascate e grotte da esplorare, come il Parco di Los Haitises e le cascate “El Limon”, senza dimenticare le balene che da gennaio a marzo attraversano la regione di Samanà. Lungo la costa caraibica si trovano villaggi di pescatori e lagune, La Romana, Juan Dolio e Boca Chica sono l’ideale per il relax assoluto, la parte settentrionale a Cabarete invece è l’ideale per praticare kite e windsurf. La capitale, Santo Domingo, merita una visita, sviluppata attorno alla cosiddetta Zona Coloniale, dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, conserva ancora edifici del ‘500 oltre la cattedrale più antica della zona: la Catedral Primada de América.

Informazioni utili prima di partire

Clima: di tipo tropicale, presenta due stagioni: una secca da novembre ad aprile con temperature medie di 25 °C e una umida e piovosa da maggio a ottobre. Il periodo dei cicloni invece va da luglio a settembre.

Quando andare: il periodo migliore per visitare la Repubblica Dominicana va da dicembre a metà aprile
.

Cosa mettere in valigia: abiti leggeri e comodi, cappello, occhiali e creme solari; una felpa per la sera, k-way e scarpe da trekking per le escursioni; repellente contro le zanzare; adattatore universale per la corrente elettrica
Passaporto: necessario e in corso di validità per tutto il periodo di permanenza nel Paese
.

Visto d’ingresso: non necessario per soggiorni inferiori a 60 giorni
Vaccinazioni: nessuna obbligatoria
.

Distanza dall’Italia: la Repubblica Dominicana è raggiungibile in aereo dall’Italia. La durata del volo è di circa 12 ore con scalo
Fuso orario: – 5h rispetto all’Italia, – 6h quando in Italia vige l’ora legale

Capitale:
Santo Domingo

Moneta:
Peso dominicano (DOP)
Condividi su social network

Lascia un commento

L’indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

La nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e riceverai offerte esclusive direttamente nella tua casella di posta.

    Realizzato da Chiara Roggero | KORAlab

Visitaci sui nostri Social Network