America del SudEcuador • Ciaoviaggi

L’Ecuador è un piccolo stato stretto tra Colombia e Perù e, nonostante le dimensioni ridotte, offre spettacolari scenari naturali.
Perché visitare l’Ecuador

L’Ecuador è un piccolo stato stretto tra Colombia e Perù e, nonostante le dimensioni ridotte, offre spettacolari scenari naturali. Una buona parte del suo territorio, a est, è coperto dalla Foresta Amazzonica, un vero e proprio santuario di flora e fauna in armonia con le tribù locali amerinde, che ancora conservano tradizioni ancestrali legate alla caccia, alla pesca e allo sciamanesimo. Lungo la cordigliera delle Ande si snoda, da nord a sud, la Sierra con i suoi vulcani, i nevados, che offrono per gli appassionati di escursioni l’occasione di scalare una delle cime più alte del mondo, il Chimborazo. Qui troviamo anche alcune delle città più importanti, tra cui la capitale Quito a quota 2850 metri. Costruita sulle rovine di un sito Inca, il suo centro storico, dichiarato patrimonio UNESCO, è tra quelli meglio conservati del Sud America. Una chicca, poco distante a Mitad del Mundo, dove passa l’Equatore potrete tenere al contempo un piede in ciascuno dei due emisferi. Ad ovest infine l’arcipelago delle Galapagos è un concentrato di biodiversità e natura da esplorare in tutta la sua incredibile bellezza.

Informazioni utili

Clima: di tipo equatoriale con una stagione calda e umida da dicembre a maggio e una più fresca da giugno a novembre. Da evitare la Foresta Amazzonica tra maggio e agosto durante il periodo delle piogge. Nella Sierra invece lungo la costa è di tipo tropicali con improvvise precipitazioni

Quando andare: il periodo migliore per visitare l’Ecuador va da giugno a novembre, quando il clima è più fresco

Cosa mettere in valigia: per le escursioni in Amazzonia vestiti comodi e leggeri e a manica lunga; felpa e k-way; per Quito e le Ande meglio capi di mezza stagione con maglioni e giacca pesante per la sera; scarpe da trekking; repellente contro le zanzare; adattatore universale per la corrente elettrica

Passaporto: necessario, con validità residua di almeno 6 mesi al momento dell’ingresso

Visto d’ingresso: non necessario, per turismo, fino ad un massimo di 90 giorni di permanenza nel Paese

Vaccinazioni: nessuna obbligatoria. Si consiglia, previo parere medico, quelle contro l’epatite A e B e l’antitifica. Per escursioni nella parte orientale del Paese e nella foresta amazzonica è obbligatoria la vaccinazione contro la febbre gialla

Distanza dall’Italia: l’Ecuador è raggiungibile in aereo dall’Italia. La durata del volo è di circa 15 ore

Fuso orario: -6h rispetto all’Italia; -7h quando in Italia vige l’ora legale

Capitale:
Quito
Moneta:
Dollaro USA
Condividi su social network

Lascia un commento

L’indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

La nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e riceverai offerte esclusive direttamente nella tua casella di posta.

    Realizzato da Chiara Roggero | KORAlab

Visitaci sui nostri Social Network